Doodle Google Mies van der Rohe: a 126 anni dalla nascita dell'architetto "poeta"

Scritto da: -

Il Doodle di Google è dedicato a uno dei padri dell'architettura e del design moderno. L'archivio delle sue opere è custodito in una sezione indipendente del Moma di New York.

doodle miles.png

Mister G ci regala un’altra “chicca” con il Doodle di oggi. Dopo aver portato alla ribalta del grande pubblico lo spagnolo Juan Gries, pittore cubista discepolo di Picasso, stavolta è il turno di Ludwig Mies van der Rohe, design e architetto tedesco, considerato, al pari di Le Corbusier, Walter Gropius, Frank Lloyd Wright e Alvar Aalto, un maestro del Movimento Moderno. L’occasione è offerta dal 126esimo anniversario dalla nascita: avvenuta il 27 marzo del 1886 ad Acquisgrana.

Il logo del celebre brand di Palo Alto, così, viene “inscatolato” per un giorno nella riproduzione del Chicago’s Armour Institute of Technology (poi ribattezzato Illinois Institute of Technology) di cui Mies fu preside, ma prima ancora designer. Conditio sine qua non che pose al momento dell’offerta dell’importante incarico cattedratico.

Mies van der Rohe, quinto di cinque fratelli, muove i primi passi a Berlino, dove si trasferisce a soli 19 anni. Qui riesce ad entrare in uno studio di designer, che gli permette di acquisire i primi rudimenti di architettura, disegnando mobili. La svolta arriva nel 1907, quando comincia a lavorare con Peter Behrens, nel cui studio opera al fianco di Gropius (e per breve tempo anche di Le Corbusier), contribuendo alla realizzazione della Fabbrica di turbine AEG.

Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, è costretto ad una pausa di riflessione, che dedica soprattutto all’aggiornamento professionale. Negli anni venti, comincia a collaborare con una rivista di design e progetta grattacieli - che non vedranno mai la luce - dalla particolare forma e costituzione completamente a vetri. Dieci anni dopo, quindi, è costretto alla fuga a Chicago, negli Stati Uniti, a causa dell’ascesa del nazismo. Qui la sua influenza, come designer, era già notevole: era stato il direttore della scuola del Bauhaus per molti anni e aveva vinto numerosi e importanti concorsi per la progettazione di opere architettoniche.

Ricordato per i suoi motti, Less is more (il meno è più) e God is in details (Dio è nei dettagli), negli anni americani progetta e realizza numerosi edifici di pregio, sino alla morte del 17 agosto 1969. A margine si segnala la gestione del suo archivio, in una sezione indipendente del Moma di New York.

LINK UTILI

Doodle Google Juan Gries: 125° compleanno dell’allievo di Picasso

Doodle Google equinozio, mister G festeggia la primavera

Doodle Google Festa del Papà: l’omaggio di mister G

Doodle Google Alessandro Manzoni: a 227 anni dalla nascita dello scrittore

Doodle Google Charles Adams

Doodle Google 150 anni: l’Italia green della scuola elementare Borgo Rosselli

Doodle Google opera cinetica di Calder

Doodle Google Charles Dickens: a 200 anni dalla sua nascita

Doodle Google San Valentino: omaggio agli innamorati

Doodle Google Hertz: a 155 anni dalla nascita dello scopritore delle onde radio

Doodle Google Rossini: 220.o anniversario dalla nascita del compositore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Cultura.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano